LIBV Winter Finals… Spettacolo assoluto, con BVA protagonista!


La Beach Volley Academy di Roma sbanca nel primo Campionato Invernale riservato alle Società della Lega Italiana Beach Volley.

Nella prima edizione della rassegna nazionale andata in scena sulla sabbia dell’Hibiscus Beach e della Pinetina Beach Village di Ostia vittoria assoluta della società di casa che ha vinto in quattro delle sei categorie, risultando prima nella categoria assoluta tra le società con 48 punti. La Beach Volley Academy ha conquistato le categorie Pro femminile, Pro maschile, Under 19 maschile ed Amatoriale femminile, un grande successo che porta la firma del lavoro quotidiano di Gianni Mascagna, Giulio Faretra e di tutto lo staff tecnico. Un tripudio sulla spiaggia di casa.

Nel settore femminile successo in Finale per 2-1, 2-1 (si giocava sempre con un doppio confronto 4 beachers in campo) contro l’Urban Beach di Roma, nel derby tutto Romano hanno avuto la meglio le ragazze di Lucilla Perrotta e Daniela Gattelli, le gemelle Mansueti hanno battuto al terzo set AllegrettiCiavarelli, nella seconda partita successo di CesareGianandrea contro AnnibaliniGradini. Al terzo gradino del podio la Beach Volley University di Cesenatico.

“Non ci aspettavamo davvero di poter vincere – affermano le due allenatrici Perrotta-Gattelli – Sapevamo di potercela giocare, ma avevamo contro gente di esperienza come Toti, Giogoli, Dalmazzo, ragazze che in precedenza ci abbiamo perso. E invece abbiamo dimostrato di esserci e di essere tra le prime. Questo è il risultato di un lavoro quotidiano dopo anni di fatica, siamo soddisfattissime, abbiamo raccolto quello che abbiamo seminato. Possiamo dire nel femminile di esserci anche noi, una bella sorpresa questa vittoria”.

Nel pro maschile doppio successo della BVA contro la Kiklos di Rimini. I fratelli Manni hanno battuto 2-0 AlessandriniStorari, mentre l’altra coppia formata da BonifaziDi Stefano ha sconfitto per 2-1 KesslerFornari. Bronzo per il CUS Torino.
Successo anche nell’Under 19 maschile con il successo della società romana, al Golden Set vittoria per 15-5 di TrainiFiorini. Gli altri due protagonisti Rosso e Bocchetta.

Le parole di Gianni Mascagna della BVA. “Un grande successo generale, sapevamo di esser competitivi in alcune categorie, ma non così. Siamo estremamente soddisfatti, siamo felici perché esser la prima società in Italia è una grande onore. Il ringraziamento va a tutti i tecnici e a coloro che lavorano in questa nostra realtà, complimenti a tutti i ragazzi che sono scesi in campo”.

Nell’Under 19 femminile vittoria dell’Open Beach Milano in finale sulla Beach Volley School Ancona.
Nell’Amatoriale maschile vittoria della Beach Volley University, mentre nel femminile successo per la Beach Volley Academy.

Le parole del Presidente della LIBV, Francesco Ghirelli: “Questo campionato è stato un grandissimo successo in termini di numeri, un pieno di giocatori con oltre 300 in campo, una grande riuscita. Siamo veramente orgogliosi di quello che abbiamo messo in piedi, ora siamo una realtà concreta. Non vogliamo fermarci, stiamo per ufficializzare il campionato estivo con qualche novità. Inoltre siamo in piena sinergia con i nuovi vertici della FIPAV, a breve avremo una riunione per definire alcuni aspetti. Vogliamo organizzare insieme allo stesso organo federale i campionati, già nel 2017 ci metteremo a disposizione per collaborare, abbiamo il solo scopo di far crescere il movimento”.

Soddisfazione anche da parte dei Partner che hanno supportato la manifestazione: BPER Banca, main sponsor del Campionato, Mikasa in qualità di fornitore del pallone ufficiale VLS300, Sportube, che con la Lega ha lanciato un progetto in anteprima mondiale di comunicazione e regia remota, Minimegaprint per gli allestimenti, Erba Vita-Go & Fun e Margutta Frutta per le forniture agli atleti.

Classifiche
Pro femminile
1ª Beach Volley Academy (Roma), 2ª Urban Beach (Roma), 3ª Beach Volley University (Cesenatico)

Pro maschile
1ª Beach Volley Academy (Roma), 2ª Kiklos (Rimini), 3ª CUS Torino

Under 19 maschile
1ª Beach Volley Academy (Roma), 2ª Beach Volley League (Modena), 3ª Beach Volley University (Cesenatico)

Under 19 femminile
1ª Open Beach (Milano), 2ª Beach Volley School (Ancona), 3ª Beach Volley League (Modena)

Amatoriale femminile
1ª Beach Volley Academy (Roma), 2ª Power Beach (Ravenna), 3ª Milano Beach Academy

Amatoriale maschile
1ª Beach Volley University (Cesenatico), 2ª CUS Torino, 3ª Beach Volley Training (Torino)

Le impressioni e le emozioni dei protagonisti a poche ore di distanza dal termine del primo Campionato organizzato dalla Lega Italiana Beach Volley e riservato proprio alle società. Le parole di Thomas Casali della Beach Volley University di Cesenatico, seconda classificata assoluta: “E’ stata una grandissima emozione, questi due giorni di Ostia sono stati intensi e bellissimi, mi sono venuti i brividi nel cantare l’inno d’Italia sul podio. Al di là di alcuni aspetti tecnici, credo che sia stato fatto qualcosa di incredibile, ho visto un clima pazzesco, armonia, gioia, festa. Tutti hanno dato tutto, in campo e fuori. Abbiamo scritto un pezzo importante nella storia del Beach Volley, creato un solco importante. La Lega ha coinvolto le società e queste a loro volta i giocatori, tutti abbiamo creato un grandissimo evento. Poi dal punto di vista tecnico va benissimo così, abbiamo dato tutto e ottenuto il massimo, siamo arrivati terzi nel pro femminile, battendo giocatrici di esperienza come Dalmazzo, quando noi in campo avevamo una 16enne. Abbiamo poi vinto l’amatoriale maschile, una bella soddisfazione essersi qualificati a queste finali con diverse squadre in tutte le categorie, un segnale forte, soprattutto perchè fatto tutto con i nostri mezzi. Sappiamo che si può fare sempre meglio, ma esser la seconda società italiana è una bella ricompensa”.

Le parole e le impressioni di Andrea Alessandri dell’Open Beach di Milano: “In quanto a passione e livello di professionalità mostrate dalla Lega e dagli organizzatori è qualcosa che non si è visto spesso in passato nel mondo del Beach Volley Italiano. Tutto questo unito all’originalità della formula ha determinato il grande successo dell’iniziativa. È una nuova, entusiasmante stagione per questo sport che vede affiancarsi alle tradizionali competizioni individuali. Da un punto di vista sportivo è tutto molto bello e appassionante. Poi per me in particolare come presidente di Open Beach, che sta investendo tantissimo sul settore giovanile, è stata una soddisfazione enorme aver vinto l’Under 19 femminile. Creare tante competizioni per i giovani durante tutto l’anno (non solo due mesi d’estate come in passato) penso sia una delle strade, forse la principale, per completare la trasformazione del Beach Volley in uno sport completo. Il campionato di Lega ha contribuito e contribuirà tantissimo anche a portare avanti questo percorso di trasformazione”.

Il Vice Presidente, Luigi Ludovici: “Un grandissimo traguardo, un successo incredibile, il ringraziamento va a tutte le società coinvolte, ai giocatori e allo staff che ha messo impegno e dedizione. Abbiamo compiuto qualcosa di importante, ora pensiamo e programmiamo il futuro, possiamo fare grandi cose grazie alla Lega, prima eravamo un’entità ora una realtà vera e tangibile”.

Le conclusioni di Andrea Bissacco, manager del CUS Torino, terza classificata assoluta: “Esperienza splendida ed emozionante, ma molto impegnativa. Eravamo una delle poche società ad aver qualificato tutte e sei le categorie ed eravamo anche una delle società più lontane (forse la più lontana). L’organizzazione di oltre 30 persone da Torino tra atleti, allenatori e accompagnatori non è stato semplice, né tanto meno economico, ma io, come tutto il CUS Torino, credo fermamente nel progetto della Lega e non potevamo mancare. Soddisfatto e orgoglioso di essere la terza società in Italia e la prima del Nord. Non abbiamo ancora l’esperienza delle società storiche come BVA e BVU e viviamo una realtà senza spiagge e mare ma compensiamo con tanta passione. Essendo una finale invernale all’aperto temevamo di non riuscire ad essere così competitivi come al coperto ma siamo stati molto bravi in tutte le categorie e questo a dimostrazione della qualità dei nostri tecnici e di tutto il lavoro fatto sui nostri campi al CUS Torino. Non siamo riusciti a vincere nessun titolo ma abbiamo conquistato due medaglie in ambito maschile (2 Amatori e 3 Pro) e dopo i primi anni in cui ci siamo fatti conoscere in ambito femminile, mi fa enorme piacere essere riuscito ad essere competitivo anche nel maschile. Meriti e ringraziamenti allo staff CUS Torino, in particolare agli allenatori che oltre a me hanno seguito (dal vivo e da casa) gli atleti in questo campionato: Monica (Under 19 F), Lucio Consentino (Pro e Amatoriale M), Matteo Fioravera (Under 19 M) e Valentina Pico (Amatoriale F). Personalmente ho vissuto un’esperienza unica e indimenticabile, purtroppo o per fortuna, come membro del consiglio direttivo LIBV e come membro dell’organizzazione del campionato LIBV sono stato “rapito” dagli impegni e dall’organizzazione e ho potuto godere poco della manifestazione giocata e soprattutto ho seguito poco le partite degli atleti CUS, ma sapere di essere stato parte attiva del successo di questo primo campionato è stato per me un orgoglio e una soddisfazione senza eguali”.